Non ricevi le fatture elettroniche dai tuoi fornitori? Ecco quel che devi fare…

A distanza di un mese dal fatidico avvio della fattura elettronica obbligatoria tra i privati, abbiamo seguito con successo i nostri clienti nella configurazione e gestione dell’invio e ci sentiamo di poter tirare qualche prima considerazione e chiarire qualche dubbio:

1) Il mondo non si è fermato. Almeno per il momento. In tanti ci speravano ed effettivamente non tutto è andato sempre liscio (rallentamenti, disconnessioni, disallineamenti), ma alla fine.. no, non è successo.

2) Esistono ancora parecchie realtà (non necessariamente micro o piccole) che non sono riuscite ad emettere la prima fattura elettronica. Forse speravano in una proroga, forse hanno sottovalutato l’impatto ma… tant’è: non resta che correre ai ripari, e anche in fretta perché – per quanto banale possa sembrare – chi non fattura, prima o poi non mangia!

3) Se ti stai chiedendo come mai nonostante gli sforzi profusi per comunicare a tutti i fornitori il tuo codice destinatario, non tutte le fatture ti vengano recapitate nel tuo software, ricordati che la cosa migliore da fare è controllare se nel tuo cassetto fiscale hai espresso la preferenza del canale attraverso il quale vuoi ricevere le fatture elettroniche. Questa operazione (in realtà più semplice a farsi che a descriversi) PREVALE rispetto a quanto riportato nel file XML della fattura emessa dal fornitore, ed è di gran lunga consigliabile perché:

a. Ti mette al riparo da errori e/o omissioni di compilazione da parte del fornitore il quale, indicando i famosi sette “0” nel codice destinatario, ha comunque assolto correttamente ai suoi obblighi
b. Sarà più facile in futuro dirottare il flusso delle fatture ricevute da un software ad un altro, e senza dover inviare centinaia e centinaia di comunicazioni.

Buon lavoro e buona fatturazione a tutti!

2019-02-08T08:53:29+00:00